×
05 maggio 2013

La nomina degli amministratori di s.p.a.

top-5-ceo-180
Nelle s.p.a. la gestione dell’impresa è riservata agli amministratori.

La s.p.a. può optare fra tre sistemi differenti di amministrazione e controllo:

  • il sistema tradizionale, che trova applicazione in mancanza di diversa previsione statutaria;
  • il sistema dualistico;
  • il sistema monistico.

I sistemi alternativi possono essere adottati anche dopo la costituzione della società, attraverso una modificazione statutaria.

In tutti e tre i sistemi, il potere gestionale è incentrato sugli amministratori (rif. articoli 2380bis, 2409-nonies, 2409-septiesdecies cod. civ.

Nel sistema tradizionale l’organo amministrativo può avere natura collegiale ovvero unipersonale

Occorre distinguere tra funzione amministrativa e funzione di rappresentanza.

Il potere di rappresentanza (sostanziale e processuale) è attribuito agli amministratori dallo statuto o dalla deliberazione di nomina.

Si tratta di un potere di carattere generale, dato che le limitazioni ai poteri degli amministratori che risultano dallo statuto o da una decisione degli organi competenti non sono opponibili ai terzi, anche se pubblicate, salvo che si provi che questi abbiano intenzionalmente agito a danno della società.

La società resta peraltro vincolata, nei confronti dei terzi in buona fede, dagli atti compiuti dagli amministratori invalidamente nominati

Oltre che del potere gestorio e del potere di rappresentanza, l’organo amministrativo è titolare di queste funzioni

  • funzione di impulso dell’attività dell’assemblea (convocazione e fissazione dell’ordine del giorno)
  • funzione di attuazione delle deliberazioni dell’assemblea
  • potere-dovere di impugnare le deliberazioni assembleari invalide
  • tenuta dei libri contabili
  • predisposizione del progetto di bilancio da sottoporre all’approvazione dell’assemblea;
  • predisposizione dei progetti di modificazione statutaria, fusione e scissione

Il mancato adempimento di tali doveri espone i componenti dell’organo amministrativo a responsabilità di natura civile e – ove previsto dalla legge – penale

Gli amministratori sono nominati dall’assemblea, ad eccezione dei primi amministratori che sono nominati nell’atto costitutivo.

Gli amministratori devono, entro trenta giorni dalla loro nomina, chiederne l’iscrizione nel Registro delle imprese, indicando a quali, tra essi, è affidata la rappresentanza della società

Il numero dei componenti dell’organo amministrativo è fissato dallo statuto. Se in esso è indicato solo in numero minimo e il numero massimo dei membri, la determinazione ultima spetterà all’assemblea dei soci

L’amministrazione può essere affidata anche a non soci e la nomina presuppone l’inesistenza di cause d’ineleggibilità. Non può essere nominato amministratore, e se nominato decade dal suo ufficio, l’interdetto, l’inabilitato, il fallito, o chi è stato condannato a una pena che importa l’interdizione, anche temporanea, dai pubblici uffici o l’incapacità a esercitare uffici direttivi (articolo 2302 c.c.).

Lo statuto può subordinare l’assunzione della carica di amministratore al possesso di speciali requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza, anche con riferimento ai requisiti al riguardo previsti da codici di comportamento redatti da associazioni di categoria o da società di gestione di mercati regolamentati (salve le previsioni di legge relative

L’incarico amministrativo è necessariamente a tempo determinato e non può superare la durata di tre esercizi, salvo rielezione

Gli amministratori scadono alla data dell’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo all’ultimo esercizio delle loro carica ma la cessazione della carica per scadenza del termine ha efficacia solamente a far data dalla accettazione della nomina da parte dei nuovi amministratori, o del nuovo amministratore unico (cd. prorogatio)

Gli amministratori possono cessare dalla carica prima della scadenza del termine per decadenza dall’ufficio per sopravvenuta ineleggibilità, dimissioni, morte o revoca da parte dell’assemblea

Essi, peraltro sono revocabili in qualsiasi tempo e per qualsiasi motivo, fermo restando il diritto al risarcimento dei danni qualora la revoca avvenga senza giusta causa.

Se viene meno la minoranza degli amministratori, quelli rimasti in carica provvedono a sostituirli (cooptazione) con delibera approvata dal collegio sindacale: i componenti così nominati rimangono in carica fino alla successiva assemblea, quando possono essere confermati o sostituiti.

Se, invece, viene meno la maggioranza degli amministratori, non si dà luogo alla cooptazione da parte dei componenti rimasti in carica, dovendo questi ultimi convocare l’assemblea affinché si provveda alla sostituzione: gli amministratori così nominati dall’assemblea scadono contestualmente a quelli in carica al momento della loro nomina

Quadno cessano l’amministratore unico o l’intero Consiglio di Amministrazione, spetta al collegio sindacale di convocare l’assemblea per la sostituzione (nel frattempo il Collegio può compiere tutti gli atti di ordinaria amministrazione)

Se particolari disposizioni dello statuto prevedono che a seguito della cessazione di taluni amministratori cessi l’intero consiglio, l’assemblea per la nomina del nuovo consiglio è convocata d’urgenza dagli amministratori rimasti in carica o, se lo statuto lo prevede, dal Collegio Sindacale (clausola simul stabunt simul cadent).

Il compenso degli amministratori, se non è determinato nell’atto costitutivo, va fissato dall’assemblea.

Il compenso di coloro che rivestono particolari cariche ( presidente e amministratore delegato) può essere fissato dallo stesso consiglio, sentito il collegio sindacale.

Nelle imprese di media e grande dimensione, si è affermata la prassi di corrispondere all’organo amministrativo un “compenso” che si sostanzia, in tutto o in parte, nella partecipazione agli utili della società e/o nel diritto di sottoscrivere, ad un prezzo predeterminato, le azioni sociali di futura emissione (cd. stock options).

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: