×

Argomento: concordato preventivo e fallimento

CONCORDATO PREVENTIVO: NOVITA’ IN TEMA DI DEBITO IVA E PREDEDUZIONE.

Nella produzione normativa e giurisprudenziale recente sono da segnalare alcune novità in materia di concordato preventivo. La prima novità è contenuta nel decreto 91/2014, del quale ho parlato in altro post. Il comma 7 dell’art. 22 del decreto ha, infatti, abrogato la previsione dell’art. 11, comma 3-quater del decreto-legge 23 dicembre 2013,... Continua a leggere

PIÙ TUTELA PER I CONSULENTI NEL CONCORDATO PREVENTIVO

Negli ultimi anni molti professionisti (commercialisti, avvocati e altri) sono stati chiamati a prestare assistenza alle imprese in crisi e in particolare a curare a vario titolo la complessa procedura necessaria per l'ammissione al concordato preventivo. Si tratta di attività molto complesse e di grande responsabilità, che spesso l’imprenditore che... Continua a leggere

CONCORDATO PREVENTIVO. COME EVITARE LA REVOCA PER ATTI DI “FRODE”?

Lo scorso 15 ottobre è stata pubblicata la  sentenza 23387/2013 della Corte di Cassazione, che affronta un tema spesso trascurato dall'imprenditore che presenta una domanda di concordato preventivo e dai suoi creditori, interessati solo a che la procedura si concluda quanto prima con la miglior soddisfazione possibile per loro (o quantomeno... Continua a leggere

CHI PUÒ FALLIRE?

"Io quello lì lo faccio fallire, almeno ho una soddisfazione morale …, " "faccio istanza di fallimento sperando che il debitore paghi per non fallire…", "è meglio fare istanza di fallimento almeno si risparmio il costo dell’asta dei beni del debitore …., è una società, certamente può fallire...". Quelle ora riportare... Continua a leggere

AFFITTO DI AZIENDA. QUALI COSTI E QUALI RISCHI?

La pratica dell’attività delle imprese, da quelle medio piccole a quelle di grandi dimensioni, conosce di frequente il ricorso all’affitto d’azienda, contratto utilizzato alla presenza di particolari esigenze che impongano il temporaneo utilizzo di un complesso aziendale altrui. All’affitto di azienda si ricorre, per esempio, in presenza di particolari esigenze... Continua a leggere

NOVITÀ PER IL CONCORDATO PREVENTIVO

A giorni entrerà in vigore la riforma del concordato preventivo contenuta nell’articolo 33 del "decreto crescita" estivo convertito dalla legge 134/2012, riforma destinata a “favorire la continuità aziendale” delle imprese in crisi: qui di seguito qualche annotazione sulle maggiori novità di interesse aziendale (prescindendo dalle innovazioni relative al contenuto tecnico-processuale... Continua a leggere

DECRETO SVILUPPO 2012: IMPORTANTI NOVITÀ PER LA SOLUZIONE NEGOZIATA DELLA CRISI D’IMPRESA

Dopo l’abolizione dell’istituto dell’amministrazione controllata la normativa italiana sulla crisi d’impresa non prevedeva alcuno strumento agile e deformalizzato di protezione dell’impresa in crisi dalle azioni dei creditori e non conteneva una regola che consentisse all’impresa in difficoltà (ma non fallita) di sciogliersi dai contratti in corso. Sul punto non mancavano... Continua a leggere
Concordato preventivo.

IL CONCORDATO PREVENTIVO, L’IMPRESA E I SUOI CREDITORI.

Le regole della crisi d’impresa sono molto cambiate negli ultimi anni. Per tradizione secolare l’insolvenza dell’imprenditore commerciale determinava l’apertura a suo carico di una procedura fallimentare, finalizzata ad assicurare il pagamento proporzionale di tutti i creditori in condizioni di parità e caratterizzata da una forte impronta punitiva. Nella prima metà... Continua a leggere